La casa dei signori

La villa Busca Sola Cabiati e il suo giardino

Staff Storytelling
  • La villa Busca Sola Cabiati e il suo giardino
  • La villa Busca Sola Cabiati e il suo giardino

 

La villa, costruita per la famiglia Serbelloni signori di Gorgonzola, è oggi denominata villa Busca Sola Cabiati dal nome dei successivi proprietari.
La sua realizzazione ha origine cinquecentesca, quando Gabrio, rampollo della prestigiosa discendenza Serbelloni, decise di costruire la sua residenza di campagna su alcuni possedimenti di famiglia. 
E’ un grande complesso articolato su più corti che si estendono lungo il Naviglio. Il corpo signorile ha un portale di bugnato con lo stemma di famiglia e la data di costruzione (1571). All'estremità sud del corpo nobile vi è una torre denominata “del Barbarossa”, molto trasformata. Un passaggio coperto in legno sopra il naviglio collegava la villa alla sponda settentrionale.
Il complesso era corredato in origine da un giardino dall’impianto formale, arricchito da statue e composto da un sistema di viali ortogonali che disegnavano una sorta di grande scacchiera ordinata, con al centro un rondò circolare. L’aspetto del parco mutò radicalmente nel 1808, quando l’architetto Simone Cantoni, figura di rilievo e prestigio in territorio lombardo, mise mano alla sua trasformazione in giardino all’inglese secondo la moda romantica del tempo. Caratterizzato da un aspetto più informale, il sito accolse gli elementi tipici del bosco naturale, alternati a finte grotte, tempietti e rovine. Furono eliminate le forme regolari e geometriche, e furono creati movimenti di terreno, con il lago, provvisto di imbarcadero, e adiacenti collinette belvedere.
Oggi il giardino, giunto fino a noi anche se ancora trasformato in epoca contemporanea, è uno dei giardini storici valorizzati dalla rete ReGiS.