La città

C’è ruota e ruota

La ruota idraulica è “l’antenato” dei motori: utilizzava la forza dell’acqua per azionare i macchinari utilizzati per la macina dei cereali raccolti nei campi fin dai tempi dei greci e dei romani. In seguito venne utilizzata anche per altri scopi (frantoio, telaio…) fino al suo massimo sviluppo che avvenne con la rivoluzione industriale. Ci...

Alloro (Laurus nobilis)

MORFOLOGIA

Pianta aromatica appartenente alla famiglia delle lauraceae. Diffusa nelle zone con clima mediterraneo.

Essendo sottoposto alla potatura, si presenta in forma arbustiva di dimensioni diverse, ma è un vero e proprio albero alto fino a 10 metri di altezza.

È una pianta sempreverde dal fusto eretto...

Bagolaro (Celtis australis)

MORFOLOGIA

Il bagolaro è un grande albero spontaneo. È conosciuto anche con il nome di “spaccasassi” dovuto al suo forte apparato radicale, e riesce a sopravvivere anche in terreni sassosi.

Raggiunge i 25 metri di altezza. La sua corteccia è grigia e liscia. La sua chioma si presenta quasi tondeggiante.

...

Ginkgo biloba

MORFOLOGIA

Raggiunge i 30-40 metri di altezza, ha una chioma larga fino a 9 metri, piramidale nelle giovani piante e ovale negli esemplari più vecchi.

Il tronco presenta rami sparsi da giovane, più fitti in età adulta.

La corteccia è liscia e di color argento nelle piante giovani, di colore grigio brunastro...

Tasso (Taxus bacata)

MORFOLOGIA

Il tasso è un albero sempreverde con una crescita molto lenta, per questo in natura si presenta spesso sotto forma di piccolo albero o arbusto.

La corteccia è di colore bruno rossastro inizialmente liscia, ma con l’età si solleva arricciandosi e dividendosi in placche.

ALTRE INFORMAZIONI...

Il santo cavaliere pieno di soldi

 

La Cappella di San Rocco è un piccolo edificio religioso posto nella zona ovest del Comune di Gorgonzola in un’area fino a ieri degradata compresa tra il torrente Molgora, la via Mattei e i capannoni prospicenti il Naviglio Martesana. Costruita nel luogo del lazzaretto della peste del 1700 (i più anziani ricordano ancora i tre teschi...

Sentimento del borgo

 

Siamo sempre e tutti un po’ stranieri. Io, dopo trent’anni che ci abito, mi sento ancora straniera a Gorgonzola. Ma ormai mi sento straniera anche giù, a casa mia. Quando sono qui ho nostalgia della mia terra, ma quando sono giù non vedo l’ora di tornare. Ognuno di noi si porta sempre, nel cuore, un pezzo della...

Luoghi per meditare

 

Anni ’90. Luglio. Venerdì. Parco quasi deserto. Uffa. Siamo rimasti quasi solo noi, speriamo che almeno Davide rimanga altrimenti da soli sarà dura. Ho già raccontato tutte le storie che sapevo, ne ho inventate altre. Altalena e voli per ora basta, palla e pallina niente se no chi lo sente il custode, i cigni...

Platano (Platanus acerifolia)

MORFOLOGIA

Il platano appartiene alla famiglia delle platanaceae.

La specie ormai spontanea in italia è il “platanus acerifolia”, volgarmente noto come platano comune. E’ un ibrido tra il platanus orientalis e il platanus occidentalis.

Questo albero può raggiungere i 30 metri di altezza, la corteccia...

Caccia ai luoghi

La guida della città
scritta dalle classi 2AL, 2BL, 2CL, 2DL dell’Istituto Marconi

a cura dell'Associazione Clock

Progettazione:
Valentina Crifò, Francesca Masucci, Martina Sacchi
Operatori didattici e revisione testi:
Valentina Crifò, Veronica Benetello
Si ringraziano i ragazzi e i professori che...

Corti e Cascine di Gorgonzola

A Gorgonzola il centro storico è formato da tante corti, alcune delle quali erano abitate da importanti famiglie milanesi che a Gorgonzola avevano possedimenti e ville di campagna. Si riconoscono le loro case perché avevano delle decorazioni (come casa Busca), oppure erano più alte perché il solaio era utilizzato come deposito per i raccolti....

La Corte del Gerlo in Casa Busca

La Corte del Gerlo fa parte di Casa Busca. Ha una forma chiusa e ha due ingressi: uno sulla Via Parini e l’altro sull’alzaia del Naviglio Martesana. Il suo nome deriva dalla forma a trapezio che ricorda le gerle che servivano ai contadini per trasportare materiali diversi (paglia, legna, fieno…)

Esiste già nel 1700 ed è una delle parti...

L’affresco del mugnaio

A Molino Nuovo ci ha sorpreso la presenza di un affresco ispirato alla famosa opera di Raffaello Sanzio, La Madonna della Seggiola, un quadro dipinto dall’artista nel 1513. Il nostro affresco, inserito in un riquadro a falsa finestra posto sopra all’ingresso della casa del mugnaio, non è ben conservato, ma si legge ancora chiaramente il...

La Cascina Antonietta

Alla cascina si accede dall’ingresso principale su via Pavia, ha una forma a “U” ed è composta da tre piani con un portico al piano terreno e un loggiato al piano superiore. Il tetto conserva la struttura in legno e coppi. I materiali con cui è stata costruita la cascina provengono dal territorio: mattoni, legno, ciottoli di fiume… Un tempo si...

Santi missssssssssssssteri

Verso la fine del 1940 un gruppo di famiglie abitanti vicino a Piazza San Francesco decise di costruire una fontana in onore del Santo. Attraverso una lotteria furono raccolti i soldi necessari per la costruzione. Nel 1949 lo scultore Michele Vedani, famoso a quei tempi e che lasciò molte opere a Gorgonzola, realizzò l’opera in bronzo che...

La Corte dei Chiosi

L’ingresso della corte è su Via Piave e un ingresso secondario dalla parte opposta; ha una forma chiusa e l’origine del suo nome è incerto. In fondo alla corte sorge la costruzione più antica di Gorgonzola che era un monastero di Umiliate, e che risale al 1200.

Possiamo ammirare 4 archi a sesto acuto al piano terreno mentre al primo...

Acqua… quanti mestieri!

Data l’abbondanza di corsi d’acqua nella nostra città, anticamente si praticavano diversi mestieri.

Pescatore: la pesca era praticata poiché le acque del Naviglio erano pulite e pescose. I pescatori vendevano il loro pesce come ambulanti o al mercato.

Agricoltore: a sud di Gorgonzola, oltre alle grandi distese di...

Gorgonzola: grazie Naviglio!

Il canale del Naviglio Martesana ha sempre costituito per Gorgonzola una forte risorsa: si poteva praticare la pesca perché le sue acque, provenienti dall’Adda, erano pulite e pescose, inoltre si potevano irrigare i campi anche per culture come il riso che hanno la necessità di molta acqua. Le marcite, alimentate sia dalle acque del Naviglio...

La Corte Valciabbia

Della corte Valciabbia da cui si accede da via 4 Novembre non conosciamo l’origine del nome; la corte è molto diversa da quelle della Massaria e della Nuova, anche se si trovano praticamente di fronte, separate solo dalla via. Le case sono disposte su tre piani ed è più alta rispetto alle altre corti.

C’è una bella scala con archi di...

Dal mulino al risotto

L’esistenza del mulino è certificata già dal 1721 dalla mappa catastale nella quale è indicato come “sito di casa con mulino e torchio d’olio”. Apparteneva al duca Serbelloni. Nel registro del 1854 viene chiamato Molino Nuovo ed è di proprietà del marchese Antonio Busca, erede del duca. In seguito il mulino viene ereditato dal conte Sola...

La casa dei signori

 

La villa, costruita per la famiglia Serbelloni signori di Gorgonzola, è oggi denominata villa Busca Sola Cabiati dal nome dei successivi proprietari.
La sua realizzazione ha origine cinquecentesca, quando Gabrio, rampollo della prestigiosa discendenza Serbelloni, decise di costruire la sua residenza di campagna su alcuni...

Villa di delizia

 

La costruzione, a partire dal 1457, del naviglio della Martesana, e la sua attivazione, prima per scopi irrigui, poi come via di comunicazione e di trasporto, portò a Gorgonzola una prosperità mai conosciuta prima ed attirò molte famiglie nobili che presero a Gorgonzola la loro residenza secondaria, tra i quali anche la famiglia...